Buoni esempi: aprire le porte del customer service center

Organizzare visite  guidate  al proprio customer service center  non è solo un modo per presentare l’organizzazione, il grado di specializzazione dei  tecnici, la precisione  degli interventi, è anche l’occasione per  mostrare il valore che l’azienda attribuisce alla cura del cliente.

A questo proposito ci sembra interessante segnalare le iniziative avviate da  Swatch e da Fiat,  che hanno aperto le porte dei propri  centri di assistenza dando visibilità della cura con cui viene preso in carico ciascun problema segnalato dal cliente, fino alla sua completa soluzione.

Se si dispone di un buon servizio di post-vendita perché non seguire il loro esempio ?
La stampa specializzata dei rispettivi settori ha raccontato con dovizia di particolari la visita al Customer Service di Swatch Group , e quella al Customer Care del Gruppo Fiat Chrysler.
Swatch group è il maggior gruppo di orologeria al mondo, ed il suo centro di via Washington a Milano offre assistenza a tutti i marchi del gruppo: Swatch, Flik Flak, Tissot, ck watch & jewerly, Balmain, Certina, Mido, Hamilton, Longines, Rado, Union Glashütte, Leon Hatot, Tiffany & Co., Omega, Jaquet Droz, Glashütte Original, Blancpain e Breguete .
Il Fiat customer care di Arese segue ben 17 marchi che comprendono, oltre a Fiat, Lancia, Alfa Romeo, Maserati, Chrysler, Jeep e Dodge, anche i marchi di macchine agricole, i servizi finanziari e l’assistenza Magneti Marelli.
I due centri, così diversi per la tipologia dei prodotti trattati, sono però descritti con molte caratteristiche comuni: organizzazione, specializzazione, efficienza e gentilezza.
Per approfondire:
visita al centro Swatch
visita al customer care Fiat

 

 

 

Categorie: News